L'accoglienza

Scuola Primaria di Apricale

ATTIVITA’ RELATIVE ALL’ACCOGLIENZA

Nei primi due giorni di scuola i bambini delle due pluriclassi lavoreranno insieme.

Le insegnanti programmano le seguenti attività:

  • PRESENTAZIONE INSEGNANTI, NUOVI COMPAGNI E COLLABORATORI;
  • GIOCHI PROPOSTI DALLA CLASSE QUINTA;
  • ORGANIZZAZIONE SPAZI E AULE;
  • SPIEGAZIONE REGOLE DELLA SCUOLA;
  • PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN CARTELLONE;
  • PRODUZIONE DI FILASTROCCHE IN RIMA CONTENENTI I NOMI DEI BAMBINI;
  • CANTI E BARZELLETTE PROPOSTE DAGLI ALUNNI.

Scuola Primaria di Camporosso Capoluogo

ATTIVITÀ RELATIVE ALL’ACCOGLIENZA-PRIMARIA e CINQUE ANNI INFANZIA

Come consuetudine, lunedì 15 settembre accoglieremo tutti i bambini per l’apertura del nuovo anno scolastico. Alle 8.30 ci ritroveremo tutti come segnalato dal cartello di invito esposto.  Per la nostra scuola, questo è sempre il momento per “lanciare” le attività relative al progetto “Ben-essere” che ogni anno connotiamo in maniera diversa, ma sempre con la presenza dei genitori. Dato il grande successo dell’iniziativa dello scorso anno relativo alla lettura (che riprenderemo), ripartiremo proprio con una favola dove si racconta di un giovane tessitore che decide di partire per andare a consegnare al Re del suo paese un tappeto che ha preparato per lui. In questo suo viaggio farà diversi incontri, tutti importanti e significativi: uno gnomo che gli renderà il camminare più spensierato, un gigante che lo spingerà fino in cima alla montagna, con forza e determinazione, una vecchina che avrà bisogno della sua compagnia e infine la principessa persa nel bosco, che lui aiuterà a tornare a casa dove il re sarà felice di darla a lui in sposa dopo aver ricevuto il dono del tappeto.
Il tema sarà proprio quello del viaggio che si apprestano ad intraprendere i nostri bambini per i quali è importante delineare una meta e pensare alle modalità.
Pensiamo di strutturare il momento in diverse parti:

  • lettura da parte di un’insegnante della prima parte della storia dove il protagonista annuncia la padre il desiderio di partire, arrotola  il suo tappeto e parte. Al termine si propone ai gruppi-classe, aiutati dalle famiglie e dalle insegnanti,  di creare una filastrocca usando alcune parole guida: ragazzo, sognare, piedi, camminare, tessitore,… scriverla su un piccolo cartellone e poi leggerla al microfono.

(Tematica portante: STARE BENE INSIEME)

  • lettura della seconda parte della storia nella quale il tessitore incontra lo gnomo, il gigante, la vecchina. Si proporrà poi un gioco di  movimento  (Zigo Zago) che coinvolge tutti in due file, uno di fronte all’altro.

Si passa poi alla consegna di un foglietto colorato ad ognuno sul quale fare un disegno o scrivere una parola bella. Questi foglietti saranno scambiati tra più persone possibili fino ad un segnale di stop.
(Tematica portante: CONDIVIONE, GRATUITA’)

  • lettura della conclusione della fiaba.

Al termine, si consegna ad ognuno un gomitolino di lana e un cartellino con il proprio nome; questo perché il tessitore non ha un nome e quindi può avere quello di ognuno di noi.

La coordinatrice concluderà cercando di puntualizzare gli obiettivi circa il “viaggio” che tutti stiamo per intraprendere e dove c’è bisogno dell’apporto di ognuno e tutto avrà un senso se non saremo soli, ci sarà un dare, un ricevere, un condividere.
Al termine (circa un’ora) si sale in classe, dando appuntamento ai genitori per gli appuntamenti successivi.
In classe si preparerà un telaio da appendere alla porta con il contorno e i fili ai quali attaccheremo i cartellini con i nomi perché noi siamo il “tessuto” mentre i gomitoli saranno messi tutti insieme in un cesto e verranno usati per tessere concretamente un piccolo tappeto su un  rudimentale  telaio di legno ogni volta che in classe accadrà qualcosa di bello e positivo, da parte di uno, di un gruppo o di tutta la classe. Alla fine dell’anno, tutti i tappetini serviranno nella recita finale.

Scuola Primaria di Isolabona

Obiettivi Formativi

  • Favorire il passaggio degli alunni dalla scuola dell'infanzia alla scuola primaria.
  • Creare per i bambini in ingresso nella scuola primaria, un ambiente accogliente.
  • Creare , all’inizio del nuovo anno, relazioni positive con gli insegnanti, i compagni e i vari operatori scolastici.
  • Ricercare e far proprie le regole di vita di un gruppo.
  • Rispettare  le persone, l’ambiente e il materiale scolastico.
  • Assumere un atteggiamento positivo e motivato, verso gli apprendimenti scolastici e i temi proposti dalle varie discipline.
  • Acquisire e/o consolidare atteggiamenti positivi verso “i diversi” partendo dalla conoscenza di animali poco noti, a volte temuti, (pipistrelli) smontando dei preconcetti.
  • Osservare i comportamenti e le caratteristiche di ogni bambino/a per verificarne in seguito i progressi.

Tempi: Le attività si svolgeranno durante tutta la prima settimana di lezione, nell’aula ed  utilizzando anche gli spazi più ampi dell'edificio scolastico e fuori dall’edificio: cortile, palestra, campo sportivo, paese.

Classi coinvolte:   1° 2° 3° 4° 5° con argomenti comuni ma con attività diversificate a seconda delle classi di appartenenza.

UdA e raccordi interdisciplinari:
Attività
Lo sfondo integratore consisterà in un viaggio immaginario nella Conoscenza. Esso condurrà gli alunni in vari luoghi immaginari che serviranno nel corso dell’anno per “Star bene a scuola”: nel paese dei giochi, delle regole, delle parole e della fantasia.
LUNEDI’: saluti ai genitori e breve incontro per informarli sull’organizzazione della Scuola nei primi giorni.
- Incontro con insegnanti ed alunni: saluti, reciproca presentazione
- conoscenza dei nuovi  arrivati: i bambini di classe prima;
- preparazione della celebrazione di inizio anno, con  canti mimati, giochi collettivi di conoscenza: “la ragnatela”,
- osservazione di alcuni esemplari di pipistrelli, conversazione libera: braim storming, disegni per la costruzione di un cartellone;
-  merenda insieme: “Nutella party” .
MARTEDI’ :
-lettura da parte dei docenti di una storia ( fiaba, favola…) sui pipistrelli – filo conduttore delle varie attività in questo periodo dell’anno scolastico -
- rielaborazione del testo, orale e/o scritta, disegni, fumetti… per realizzare di un cartellone: uno per ogni gruppo classe.
MERCOLEDI’:
- creazione di un piccolo dono, da parte degli alunni più grandi, per creare un clima di accoglienza;
- caccia al tesoro suddividendo la scolaresca in quattro gruppi, nell’ambito del paese e/o in classe mediante schede di giochi didattici, giochi in palestra e nel cortile;
- presentazione, da parte degli insegnanti, del lavoro didattico da svolgere nell’intero anno scolastico, con le varie discipline.
GIOVEDI’ :
- compilazione della prima pagina dei propri quaderni, ascolto, comprensione del testo, disegni, schede, attività manuali di ritaglio, incollo, cartelloni…
- documentazione dell'esperienza mediante produzione di materiale cartaceo, espressivo, fotografico.
- classe V: preparazione all’uscita didattica a Mendatica per l’evento della transumanza: ricerche varie
VENERDI’ :
la classe V : Mendatica; le altre classi termineranno i lavori della settimana

Presentazione del tema che ci accompagnerà nel nuovo anno scolastico:
Progetto di educazione alla salute: star bene a scuola “Rispetto dei diritti e valorizzazione delle diversità”
Metodologia
Predisposizione di uno sfondo fantastico e realizzazione di attività ludiche.
Letture da parte dei docenti di racconti significativi
Conversazioni guidate o libere
Lavori individuali e/o di gruppo

Valutazione.
Verbalizzazioni finali e schede operative di sintesi.

 

Scuola Primaria di Camporosso Mare

accoglienza
accoglienza
accoglienza
accoglienza
La festa dell’accoglienza si è svolta martedì
16 settembre a partire dalle ore 10,30.
Le classi si sono trovate sul campo di basket
per una serie di canti e balli in gruppo.
accoglienza
accoglienza
accoglienza
accoglienza